tribunali

Giudici di Pace

Cosa fa Avvis@mi Giudici di Pace?
Attraverso il servizio Avvis@mi è possibile monitorare le liti di proprio interesse presso tutti i Giudici di Pace d'Italia che hanno attivato il servizio online.
Il monitoraggio della lite consiste nel controllare se siano state effettuate nuove registrazioni di eventi da parte della cancelleria e, in caso affermativo, darne comunicazione all'utente.
Attivando il servizio ed inserendo gli estremi (regione, ufficio, RG ed anno) delle liti che si vuole monitorare, si potrà essere informati via E-mail di ogni nuovo evento registrato dalla cancelleria in relazione alle liti indicate.

Inoltre con l'attivazione del servizio Avvis@mi Giudici di Pace sarà automaticamente e gratuitamente attivato il servizio Avvis@mi Agenda grazie al quale verrà inviato, settimanalmente, un prospetto con le udienze della settimana sucessiva. (Maggiori informazioni sono disponibili nei dettagli di Avvis@mi Agenda e nelle FAQ)

I vantaggi di Avvis@mi
L'introduzione del processo telematico ha consentito all'Avvocato di poter accedere al fascicolo, direttamente dal proprio studio ed in qualisasi momento e di ricevere via pec le comunicazioni della cancelleria.
Tuttavia la cancelleria non comunica tutto (ma Avvis@mi sì) e la "possibilità" di accedere ai dati telematici, troppo spesso diventa un "obbligo" dettato dall'esigenza di acquisire le informazioni appena disponibili.
Ciò comporta dispendio di tempo ed energie che, invece, potrebbero essere dedicate alle altre necessità dello studio.
Il servizio Avvis@mi si propone di ridurre il tempo che l'Avvocato deve dedicare alla verifica dello stato delle liti comunicando ogni variazione e consentendo di limitare l'accesso al portale telematico alle necessità effettive.
Inoltre, le comunicazioni di Avvis@mi sono prive di dati sensibili e, quindi, possono essere lette anche da collaboratori o dipendenti (che invece non possono accedere alla Pec dell'Avvocato). Così l'Avvocato verrà informato dei nuovi eventi registrati dalla cancelleria senza perdere neppure un secondo al terminale ed accedendo personalmente solo a quelle liti che effettivamente necessitano la sua attenzione.

Per ulteriori chiarimenti puoi vedere le FAQ.

Come si attiva la prova gratuita di Avvis@mi Giudici di Pace?
E' possibile attivare una prova gratuita del servizio per 6 mesi.
Per farlo è sufficiente registrarsi inserendo un indirizzo Pec (l'inserimento della Pec serve solo ad evitare abusi: può essere concesso un solo periodo di prova per ogni indirizzo pec) e l'indirizzo E-mail presso il quale si vogliono ricevere le comunicazioni.
A questo punto sarà possibile accedere alla pagina di inserimento delle liti da monitorare

Come si inseriscono le liti da monitorare?
Per indicare le liti da monitorare è sufficiente accedere alla pagina del servizio e, dopo aver cliccato su "inserimento liti", compilare i campi richiesti:
1) Selezionare la regione dove si trova il giudice di pace;
2) Selezionare l'ufficio giudiziario presso il quale pende la lite;
3) Digitare il numero di RG e l'anno di iscrizione a ruolo;
4) Se si tratta di un subprocedimento digitare il numero di sub nell'apposito campo altimenti lasciarlo vuoto.
E' possibile vedere un videotutorial che mostra tutti i passaggi descritti nella sezione Demo/Tutorials.

Come funziona il monitoraggio delle liti?
Entro 36 ore dal momento in cui è stata inserita una lite da monitorare, viene inviata una mail che contiene gli estremi della lite (RG, Anno, Ufficio ecc.) e l'elenco di tutti gli eventi registrati dalla cancelleria fino a quel momento.
Questa comunicazione serve a far verificare la congruità dei dati e degli eventi tra la lite inserita e quella che si vuole monitorare.
Da questo momento in poi, il servizio Avvis@mi controllerà quotidianamente l'inserimento di nuove registrazioni da parte della cancelleria e, qualora riscontrasse la registrazione di un nuovo evento, ne darà comunicazione (all'indirizzo E-mail inserito al momento della registrazione).
Per evitare di sovraccaricare la casella di posta dell'utente, tutti gli eventi da comunicare, anche se relativi a liti differenti, verranno inserite in un'unica comunicazione E-mail.